martedì 10 marzo 2015

Lunghezza D'onda

Ogni volta che queste canzoni hanno suonato, mi è sembrato che tutto fosse scritto in musica. Qui ho imparato a cantare Nananana e Sha la la la, e tutto ha preso forma. Si sono prese cura di me queste canzoni, e non era facile. È una storia di gente umile, di chi ha perso l’orientamento, e non riesce a trovare il cammino perduto. La storia di un uomo solitario, in cui si finisce per immedesimarsi. Non se ne sono mai andate via. Mai. Eravamo in tanti allora, e tutti ubriachi di vita. Nella notte ci siamo sporti in avanti come a vedere cosa c’era dall’altra parte della strada. Abbiamo sentito La Musica, e quel cantante con il bicchiere in mano ci ha fatto segno di scendere. Dopo ha messo la bottiglia sul tavolo, e tutti abbiamo bevuto. I musicisti stavano già suonando.

Bartolo Federico








10 commenti:


  1. ...Mi "hai fregato" ancora una volta: vado a mettere un disco di Van Morrison.
    Alla tua salute, fratello!

    RispondiElimina
  2. Ne sono certo, prima o poi, un bicchiere pieno di pioggia ce lo berremo insieme. Un abbraccio a te fratello

    RispondiElimina
  3. Speriamo presto, fratello

    RispondiElimina
  4. Durante tutti gli anni 70,ha fatto dischi incredibili. Senza le sue canzoni molto cantautorato americano non sarebbe esistito. Di recente ho rivisto The Last Waltz, quando ha cantato Caravan ha oscurato tutti, ma proprio tutti, anche la Band. Immenso Van.

    RispondiElimina
  5. Cerco di stare in equilibrio, ma mi è sempre più difficile. Grazie Anto del pensiero, vedo che anche per te non deve essere semplice.

    RispondiElimina
  6. Non è facile ma vivo meglio . Ciao..e qui sulla destra uno dei più bei dischi di sempre ..Sandinista!

    RispondiElimina
  7. Mi unisco all'entusiasmo per il mitico Van *_*
    E buona domenica ^^

    RispondiElimina
  8. Van è un prezzo della mia vita. anche a te ciao Giò

    RispondiElimina